Equilibri dinamici - allenamento al cambiamento consapevole


FOCALIZZARE

 indice/immagini/post_immagini/margherita

 

Ogni qualvolta ci addentriamo nei nostri pensieri, positivi o meno che siano, compiamo un processo di analisi. In questo processo risulta di fondamentale importanza arrivare a porsi delle buone domande, senza le quali difficilmente arriveranno buone risposte.

Ma come si fa ad essere sicuri che le domande sono quelle corrette per noi?

Nel condurre questa esperienza di ricerca, credo sia bene tenere conto del fatto che solo attraverso il passaggio all’applicazione pratica di ciò che si pensa sia giusto, arriverà la risposta corretta ai nostri quesiti. Moltissime cose le possiamo leggere sui libri, molte altre possono essere apprese attraverso l’insegnamento, ma l’esperienza concreta è la sola cosa che può confermare o meno le nostre supposizioni. Vi sono però alcuni pericoli insiti in questo tipo di ricerca, che potrebbero condurci a produrre azioni non in linea con i nostri valori. Per attenuare i rischi connaturati in questa scelta, occorre stabilire una “direzione” verso la quale tendere e, di conseguenza, concentrare tutti i nostri sforzi per raggiungere quella determinata condizione desiderata, allenandosi a vivere la realtà in modo diverso, andando al di là del pensare ciò che è bello e comodo e ciò che non lo è, abbandonando la tentazione di soffermarsi al mero calcolo fine a se stesso.

Qualche giorno fa, ho scritto un post scaturito da una mia riflessione circa la direzione da me desiderata e verso la quale sto profondendo tutti i miei sforzi. Ciascuno di noi può avere dei dubbi, dei ripensamenti, delle difficoltà a lasciare andare determinati attaccamenti o abitudini consolidate. In questo genere di “allenamento”,  se non si arriva a porsi una serie di domande che possano indagare direzioni diverse, non riconosceremo mai quelle  “fissazioni” che ci impediscono di andare oltre, che poi sono quelle dalle quali difficilmente riusciamo a distaccarci.

Ad esempio, nella mia attività professionale, io immagino i miei clienti in modo armonioso, positivi, allegri, anche se in quel preciso momento non lo sono affatto. Questa non è a sua volta una “fissazione” nel cercare di ottenere un effetto immediato, ma lo sforzo di creare la condizione di vedere la persona che ha un problema da risolvere e, contestualmente, la sua forza interna e le capacità insite in quella stessa persona potenzialmente in grado di trovare una soluzione valida per se stessa. Questo modo di percepire la realtà potrebbe essere esteso ad ogni ambito di vita, in famiglia ad esempio, cercando di andare oltre ciò che in quel preciso momento ci appare di quella persona; pensarla positiva anche in un’affermazione o una esclamazione che può toccarci in modo profondo. L’immaginazione consapevole non è fantasia, ma l’utilizzazione massima della capacità di sentire, decidendo cosa si vuol sentire per comprendere a fondo da dove prende origine un certo pensiero ma anche per scavare nella profondità di noi stessi.

 



Leggi tutti »

Indice del forum »
Allegro ma non troppo
La Prima Legge Fondamentale della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta che:
Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione.

Carlo M. Cipolla (il Mulino)
Tutti i libri »

> American Journal of Psychology
> American Journal of Sociology
> Choice
> Coach Federation
> Coachville
> IAC
> Mente e Cervello

> FIDAS
> Briciole di pane - il sito

> Briciole di pane

 

 

indice/immagini_box/manitese

VAI AL SITO DI "MANI TESE"

 

indice/immagini_box/share1

indice/immagini_box/share2

One world one people one life

(clicca qui)

indice/immagini/post_immagini/telefonoazzurro

"Senza di te
Telefono Azzurro
non c'è"

indice/immagini/post_immagini/logosave

Italia Onlus

Aderisci alla campagna

"Riscriviamo il futuro"

 

indice/immagini/post_immagini/BANNERUNICEF

SOSTIENI LA CAMPAGNA

 

indice/immagini/post_immagini/amnesty

 

indice/immagini/post_immagini/caino

CLICCA QUI

 

Archivio articoli »

Giuseppe Zanghi

Corrado Canale

Galliano Cocco

Fabrizio Cipollini

Manuela Di Giovanni

Fabio Muzzupappa

Luciano Di Penta

© 2007 - 2018 Equilibri dinamici • credits: M1 - WEB AGENCY