Equilibri dinamici - allenamento al cambiamento consapevole


IL "CODAFURBO"

indice/immagini/post_immagini/Codardo

 

 

 

 

 

"La coscienza è la percezione interna della legge morale di Dio".


 

Oswald Chambers

 

 

 

 

 

 

 

L'immagine è tratta dal film "L'Assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford"

 

Non conosco quale sia la vostra percezione circa uno schema comportamentale sempre più tipico dei giorni nostri: quello del “codafurbo” (Il codardo-furbo).  Sono queste delle persone che si muovono in ogni ambito della vita sociale e, a dispetto della loro vera indole, hanno di solito nel proprio DNA la tendenza ad un agire apparentemente cordiale e si presentano e rappresentano come candidi nella loro presunta intelligenza. Di fatto sono caratterizzati interiormente da una marcata volontà di dominio, a volte derivante da una sproporzionata, quanto irreale, autostima. Spesso cresciuti nell’odio e nel rancore, si fidano soltanto di chi esprime forza, anche attraverso manifestazioni di smisurata aggressività, soprattutto verbale. Per queste persone conta solo il proprio tornaconto, spesso piccolissimo , e poco altro ancora. Talune volte sono vendicativi, odiano in modo profondo chi ha osato contraddirli, o li hanno – a loro giudizio - offesi, anche per anni o per decenni. I “codafurbi” hanno una infinita capacità di mentire. Probabilmente fin da piccoli, hanno imparato a dissimulare le loro emozioni, perché tradire una emozione può voler dire essere sminuiti. Difficilmente sono diretti ed è quindi arduo scoprire il loro inganno prima che abbiano inferto il primo colpo. Menzogne, intrighi ed inganni fanno parte del loro mondo, tuttavia quando nel “codafurbo” è la codardia a prevalere, riesce anche a pentirsi delle sue azioni, tentando recuperi impossibili verso chi hanno ferito. In questo periodo di caos, escono allo scoperto e difendono fino allo strenuo delle forze le loro posizioni ed i loro status faticosamente conquistati.

Non cercate di smascherarli, diventerebbero troppo aggressivi, anche verso loro stessi. Osservateli con attenzione e pensate che, in fondo, si comportano nell’unico modo che possa dare loro una minima ragione di vivere, sperando che prima o poi comprendano l’inutilità del loro attaccamento. Non dimentichiamoci che nel comportamento di ciascuno di noi c’è la forza per poter modificare il proprio modo di agire e, nel caso del “codafurbo”,  vi è la capacità di indirizzare le proprie energie verso un obiettivo, con determinazione e costanza. Com'è noto, modificare il focus della propria azione partendo dal proprio interno, arrivando a concentrarsi all’esterno di se stessi, consente di ottenere risultati capaci di cambiare radicalmente la propria Vita.

 



Leggi tutti »

Indice del forum »
Allegro ma non troppo
La Prima Legge Fondamentale della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta che:
Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione.

Carlo M. Cipolla (il Mulino)
Tutti i libri »

> American Journal of Psychology
> American Journal of Sociology
> Choice
> Coach Federation
> Coachville
> IAC
> Mente e Cervello

> FIDAS
> Briciole di pane - il sito

> Briciole di pane

 

 

indice/immagini_box/manitese

VAI AL SITO DI "MANI TESE"

 

indice/immagini_box/share1

indice/immagini_box/share2

One world one people one life

(clicca qui)

indice/immagini/post_immagini/telefonoazzurro

"Senza di te
Telefono Azzurro
non c'è"

indice/immagini/post_immagini/logosave

Italia Onlus

Aderisci alla campagna

"Riscriviamo il futuro"

 

indice/immagini/post_immagini/BANNERUNICEF

SOSTIENI LA CAMPAGNA

 

indice/immagini/post_immagini/amnesty

 

indice/immagini/post_immagini/caino

CLICCA QUI

 

Archivio articoli »

Giuseppe Zanghi

Corrado Canale

Galliano Cocco

Fabrizio Cipollini

Manuela Di Giovanni

Fabio Muzzupappa

Luciano Di Penta

© 2007 - 2018 Equilibri dinamici • credits: M1 - WEB AGENCY