Equilibri dinamici - allenamento al cambiamento consapevole


NOTTURNO DIVENIRE

indice/immagini/post_immagini/alba2

 

Mezzanotte o poco più. Amo la notte quando è silenzio, pausa, rallentamento, assenza di frenesia. Entro in una bolla senza tempo e mi metto in ascolto mentre scorrono le immagini di un prima di un passato, con il suo carico di preoccupazioni e di scelte, che si giungono e fondono alle immagini del futuro, con tutto il suo carico di progetti e desideri. Sono dentro un’oscillazione armonica, tra momenti tutti importanti tutti vissuti tutti densi di senso. Oscillo ma sono perfettamente ancorato al mio presente, un presente che non sento ostaggio del passato o in affanno sul futuro. Un presente notturno e silenzioso, dinamico e in costante equilibrio.

E’inevitabile chiedersi “cosa sarebbe stato se”, ma è un attimo, un volo fulmineo a pelo d’acqua, che dura il tempo di un brivido, per poi risalire.

La consapevolezza del lasciar andare dà ogni volta nuovo impulso al mio volo, mi fa godere del momento presente, mi fa essere leggero e mi porta lontano dalla trappola delle abitudini e delle paure paralizzanti. Lasciar andare è un atto di libertà e di generosità, verso noi stessi verso l’altro.

“Noi esistiamo perché gli altri esistono, e non viceversa” – mi ripeto tra il sonno e la veglia. E penso che mezzanotte è già passata da un pezzo, che forse si affacciano già le luci dell’alba, penso, sì, ma soprattutto sento, e quello che sento è un grande abbraccio.

Abbraccio ciò che sono “ora”, con la consapevolezza di poter essere ciò che voglio solo se comincio proprio da questo “ora”.

Mi prendo cura di me, del mio presente, e, mentre lo faccio, sono già proiettato nel futuro, fatto di tanti momenti presenti e di persone da ascoltare, conoscere, capire e, perché no, di cui aver cura.

 

(Immagine da cetemps.aquila.infn.it)



Leggi tutti »

Indice del forum »
Allegro ma non troppo
La Prima Legge Fondamentale della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta che:
Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione.

Carlo M. Cipolla (il Mulino)
Tutti i libri »

> American Journal of Psychology
> American Journal of Sociology
> Choice
> Coach Federation
> Coachville
> IAC
> Mente e Cervello

> FIDAS
> Briciole di pane - il sito

> Briciole di pane

 

 

indice/immagini_box/manitese

VAI AL SITO DI "MANI TESE"

 

indice/immagini_box/share1

indice/immagini_box/share2

One world one people one life

(clicca qui)

indice/immagini/post_immagini/telefonoazzurro

"Senza di te
Telefono Azzurro
non c'è"

indice/immagini/post_immagini/logosave

Italia Onlus

Aderisci alla campagna

"Riscriviamo il futuro"

 

indice/immagini/post_immagini/BANNERUNICEF

SOSTIENI LA CAMPAGNA

 

indice/immagini/post_immagini/amnesty

 

indice/immagini/post_immagini/caino

CLICCA QUI

 

Archivio articoli »

Giuseppe Zanghi

Corrado Canale

Galliano Cocco

Fabrizio Cipollini

Manuela Di Giovanni

Fabio Muzzupappa

Luciano Di Penta

© 2007 - 2018 Equilibri dinamici • credits: M1 - WEB AGENCY