Equilibri dinamici - allenamento al cambiamento consapevole


SCEGLIERE LA VITA

indice/immagini/post_immagini/love

Leggevo in questi giorni, sulla rivista Dossier Medicina di febbraio/marzo, l’articolo del dottor Paolo De Cristofaro e della nostra amica psicologa Angela Meola (vai al suo articolo su ED).

Il tema è l’approccio al trattamento dei dca – ovvero: disturbi del comportamento alimentare (definizione purtroppo lacunosa e imprecisa: corpo e anima sono inscindibili!).

Estrapolo il passaggio conclusivo:“Il Centro Regionale di Fisiopatologia della Nutrizione [della ASL di Teramo] si pone come un riferimento dialettico permanente che ha soprattutto voglia di capire come aiutare i nostri ragazzi e che cosa fare per mitigare questa grande sofferenza spesso travisata dalla comunicazione mediatica che non è in grado di offrire risposte adeguate e coerenti ai tanti drammi individuali e familiari”.

E’ il dramma dell’individuo-in-relazione, dell’individuo che smarrisce la chiave della relazione, del contatto con le persone più vicine, dei legami profondi. Autismo sociale, appunto.

I canali di comunicazione si ostruiscono, si interrompono: all’inizio è solo un po’di rumore, è un’interruzione intermittente che poi però rischia di installarsi in modo permanente traducendosi in impossibilità di entrare in contatto, di dare e ricevere “la cura”: il bene, l’affetto, la comprensione, il sostegno e, perché no, il perdono.

Il dramma è la rappresentazione del disagio – più che di una malattia -, un disagio pericoloso, anche mortale, un disagio che è sacrosanto capire, decifrare per poter sviluppare strumenti e strategie di intervento adeguati. Smantellare dei convincimenti radicati - che si traducono in abiti mentali e comportamentali sia nella persona che porta su di sé il disagio sia nelle persone del suo (ahimè sempre più ridotto e cedevole) ambito vitale (la famiglia, le amicizie) - si traduce in una vera e propria opera di ri-programmazione.

Si tratta di individuare l’interruttore “giusto” da toccare, tra tanti falsi interruttori, quello giusto da azionare, perché solo così si produce, appunto, azione e l’uscita dal guado del disagio.

Capire non basta, dalla comprensione e consapevolezza acquisite da chi vive il disagio e da chi tenta di sostenerne il superamento, occorre passare all’azione, alla pratica della cura, intervenendo concretamente sul fronte dell’unione inscindibile di mente e corpo – l’individuo – e sul suo vero nutrimento – in questi casi, avvelenato: la socialità.

Nell’articolo che qui riportiamo c’è un messaggio di speranza e di fiducia, c’è la volontà - di molti – di indagare e capire, di confrontarsi e agire, integrando le conoscenze e i saperi, per poter meglio interpretare i vissuti, per poter muovere - quanto prima - l’interruttore giusto.

 

Leggi l'articolo di Dossier Medicina 

 

L'immagine: Fabio Greco, "Love Story", acrilico su tela.

 



Leggi tutti »

Indice del forum »
Allegro ma non troppo
La Prima Legge Fondamentale della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta che:
Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione.

Carlo M. Cipolla (il Mulino)
Tutti i libri »

> American Journal of Psychology
> American Journal of Sociology
> Choice
> Coach Federation
> Coachville
> IAC
> Mente e Cervello

> FIDAS
> Briciole di pane - il sito

> Briciole di pane

 

 

indice/immagini_box/manitese

VAI AL SITO DI "MANI TESE"

 

indice/immagini_box/share1

indice/immagini_box/share2

One world one people one life

(clicca qui)

indice/immagini/post_immagini/telefonoazzurro

"Senza di te
Telefono Azzurro
non c'è"

indice/immagini/post_immagini/logosave

Italia Onlus

Aderisci alla campagna

"Riscriviamo il futuro"

 

indice/immagini/post_immagini/BANNERUNICEF

SOSTIENI LA CAMPAGNA

 

indice/immagini/post_immagini/amnesty

 

indice/immagini/post_immagini/caino

CLICCA QUI

 

Archivio articoli »

Giuseppe Zanghi

Corrado Canale

Galliano Cocco

Fabrizio Cipollini

Manuela Di Giovanni

Fabio Muzzupappa

Luciano Di Penta

© 2007 - 2018 Equilibri dinamici • credits: M1 - WEB AGENCY