Equilibri dinamici - allenamento al cambiamento consapevole


SIMMETRIE E NO
indice/immagini/post_immagini/insieme

 

 

“Il dio del Mare del Nord disse: “Non puoi discutere dell’oceano con una rana nel pozzo, poiché è intrappolata in uno spazio confinato. Non puoi parlare di ghiaccio con un insetto estivo, poiché è vincolato in un’unica stagione. Non puoi parlare della Via con un allievo prevenuto.
Sei venuto fuori dal passato attraverso i dirupi e le piane e hai contemplato il vasto mare e conosciuto la tua relativa insignificanza; ora è possibile parlare con te del grande
disegno sottostante.”


Un passaggio da “alluvioni d’autunno” nel Chang-tzu

 

 

 

 

Scrivo questo post sollecitato dai  commenti lasciati su: “Donne e Uomini” - commenti preziosi dei quali  vi ringrazio di cuore!
Sono convinto che non esista “una” verità, ma “tante” verità, una per ognuno di noi, proprio perché la comprensione e l’interpretazione delle cose del mondo passa inevitabilmente attraverso dei filtri personali, che sono il risultato della nostra conoscenza della nostra esperienza e del nostro sentire.
Ciò che crediamo giusto o accettabile può essere più o meno condiviso dagli altri (la famiglia, la società, il gruppo di riferimento), e questo lo esperiamo attraverso il confronto, dunque: lo scambio. Di idee, di opinioni, di credenze e sentimenti.
Si può convergere ed essere totalmente d’accordo su un concetto fino ad identificarci con esso; ma si può anche divergere, avere posizioni diverse, non coincidenti. Il fatto è che proprio nel renderle manifeste, cercando e sostenendo il confronto con gli altri, proprio nella
diversità tra noi e gli altri, sta la bellezza del vivere. Come dire, siamo diversi, lo sappiamo, ce lo ricordiamo reciprocamente, magari ci scontriamo pure, ma senza dimenticare di attingere alla diversità in quanto valore, in quanto fattore di crescita.
Che vi siano poi differenze di genere, tra uomini e donne – nello specifico, è cosa risaputa e innegabile. Tutto sta a saperle interpretare, queste differenze, tutto sta a saperle trasformare in occasione di confronto. E’ sempre interessante ragionare su queste differenze (biologiche, culturali, ecc) purché lo si faccia, secondo me, nell’ottica della composizione della differenza e non dello scontro, della irriducibilità di due posizioni antagonistiche.
Vi propongo a tal proposito la lettura di un articolo apparso sulla rivista “Mente e Cervellodi marzo/aprile 2004 che affronta questo argomento da un possibile punto di vista, ovvero mettendo in luce le simmetrie tra il funzionamento del cervello di lei e quello di lui. E’ uno dei possibili  modi per aprire una prospettiva “costruttiva”  di conoscenza di e tra questi “due mondi”.
 Vi lascio con le parole di Thomas Hora (eminente psichiatra) - che siete liberi di condividere o meno! - : “
per comprendere se stesso, l ‘uomo ha bisogno di essere capito dall’altro.”

L’immagine: scultura dell’artista Antonio Cersosimo, “Insieme”, 2000



Leggi tutti »

Indice del forum »
Allegro ma non troppo
La Prima Legge Fondamentale della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta che:
Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione.

Carlo M. Cipolla (il Mulino)
Tutti i libri »

> American Journal of Psychology
> American Journal of Sociology
> Choice
> Coach Federation
> Coachville
> IAC
> Mente e Cervello

> FIDAS
> Briciole di pane - il sito

> Briciole di pane

 

 

indice/immagini_box/manitese

VAI AL SITO DI "MANI TESE"

 

indice/immagini_box/share1

indice/immagini_box/share2

One world one people one life

(clicca qui)

indice/immagini/post_immagini/telefonoazzurro

"Senza di te
Telefono Azzurro
non c'è"

indice/immagini/post_immagini/logosave

Italia Onlus

Aderisci alla campagna

"Riscriviamo il futuro"

 

indice/immagini/post_immagini/BANNERUNICEF

SOSTIENI LA CAMPAGNA

 

indice/immagini/post_immagini/amnesty

 

indice/immagini/post_immagini/caino

CLICCA QUI

 

Archivio articoli »

Giuseppe Zanghi

Corrado Canale

Galliano Cocco

Fabrizio Cipollini

Manuela Di Giovanni

Fabio Muzzupappa

Luciano Di Penta

© 2007 - 2018 Equilibri dinamici • credits: M1 - WEB AGENCY